Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Lingua e letteratura latina I

Oggetto:

Latin Language & Literature

Oggetto:

Anno accademico 2020/2021

Codice dell'attività didattica
-
Docente
Andrea Balbo (Titolare del corso)
Insegnamento integrato
Corso di studi
laurea magistrale in Filologia, Letterature e Storia dell'antichità
Anno
1° anno
Periodo didattico
Da definire
Tipologia
Caratterizzante
Crediti/Valenza
6
SSD dell'attività didattica
L-FIL-LET/04 - lingua e letteratura latina
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Orale
Prerequisiti

Per poter accedere all'esame orale gli studenti iscritti alla laurea magistrale in Filologia, letterature e storia dell'antichità devono superare una ‘Prova scritta per l'accesso alla magistrale’, che consiste nella traduzione di un brano d'autore dal latino all'italiano con l'ausilio del vocabolario. La prova si considera superata se viene ottenuto un giudizio almeno ‘discreto’ (24/30).

Before the oral exam, students attending the “Corso di laurea in Filologia, letterature e storia dell'antichità” are required to pass a written exam (“Prova scritta per l'accesso alla magistrale”), which consists in the translation of a classical author’s prose passage from Latin into Italian, with the aid of the dictionary. Students must score no less than 24/30.

Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

L'insegnamento si propone di fare acquisire una buona padronanza del metodo filologico e critico: mira ad affinare negli studenti le capacità di analisi e di interpretazione dei testi letterari latini e, nel caso di relazioni seminariali, permette loro di approfondire la conoscenza degli strumenti di ricerca per usarli in modo autonomo, di migliorare l'esposizione, orale o scritta, dei risultati del lavoro individuale, di partecipare attivamente alla discussione dei problemi critici proposti. 

 

The course allows the students to acquire a full mastery of the philological and critical method: it aims at refining the students' ability in the scientific analysis of texts, and, when seminar papers are given, at deepening the knowledge of the research tools and improving the, oral or written, presentation of the results of individual work. 

 

 

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Al termine dell'insegnamento lo studente dovrà dimostrare:

-conoscenza della lingua e della tradizione letteraria latina;

-capacità di analisi critica di un testo e consapevolezza dei diversi approcci metodologici;

-padronanza degli strumenti filologici;

-chiarezza, proprietà e maturità espressiva.

L'esame orale sulla parte monografica mira ad accertare, attraverso la traduzione, il commento puntuale e l'approfondimento critico di un brano, l'acquisizione da parte dello studente di competenze complesse; il lavoro seminariale consente di mettere alla prova tali competenze e di migliorarle con l'aiuto del docente in vista dell'esame; la discussione in aula permette inoltre di sviluppare le capacità di riflessione critica e di intervento personale sulle questioni proposte, mentre la redazione di un saggio è un esercizio di scrittura argomentativa utile a verificare la piena maturità scientifica dello studente.

Through the translation, the commentary and the critical framing of a passage, the oral examination aims at verifying the acquisition of complex skills by the students: the knowledge of the Latin language and literary tradition, the critical analysis of a text and the consciousness of different methodological approaches, the mastery of philological tools, the clarity, correctness and maturity of expression. The seminar work allows to test such abilities before the exam and to improve them with the help of the teacher; the classroom discussion, moreover, develops the critical reflection skills and the ability to make personal remarks on the proposed issues, while the production of an essay is an exercise in argumentative writing useful for verifying the full scientific maturity of a student.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

L'insegnamento iha la durata di 36 ore complessive (6 CFU) e consiste in lezioni frontali (seguite da seminari degli studenti; a ciò si aggiungono ulteriori 6 ore di seminari specifici sulla presenza classica nell'oratoria contemporanea. 

The course (36 hours, 6 cfu) consists of lectures followed by students' seminars; 6 additional hours will be dedicated to seminars concerning contemporary oratory. 

 

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

Conoscenze e capacità previste saranno verificate attraverso l'eventuale relazione di seminario (orale e scritta) e, al termine del corso, attraverso un colloquio orale, che prevede almeno due domande sulla parte istituzionale (traduzione di un testo latino in prosa; storia della letteratura o saggi critici) e almeno due domande sulla parte monografica.

La preparazione sarà considerata adeguata (con votazione espressa in trentesimi) se lo studente dimostrerà le seguenti capacità:

– esposizione accurata e approfondita dei contenuti appresi, con padronanza lessicale e tecnica;

– rielaborazione articolata dei contenuti dell’insegnamento

– capacità di applicare la metodologia appresa ad altri testi.

The expected knowledge and skills will be tested through seminar papers and, at the end of the course, through an oral exam, which consists of at least two questions on the institutional part (translation of a Latin prose text; literary history or critical essays) and at least two questions on the monographic part.

- accurate and thorough exposure of the contents learned, with lexical and technical mastery;

- articulated reworking of the course contents

- ability to apply the learned methodology to other texts.

Oggetto:

Attività di supporto

Nelle prime lezioni del corso sarà proposta agli studenti come tema seminariale un'analisi di discorsi antichi e moderni che ne metta in luce le capacità persuasive

Almeno due giorni prima della lezione lo studente dovrà inviare la sua relazione scritta via mail al docente; essa dovrà essere lunga almeno 6000 battute spazi esclusi.

Per il commento (filologico, linguistico e soprattutto contenutistico) si possono utilizzare i testi presenti nel materiale on line e la bibliografia pubblicata nella pagina del corso o anche testi aggiuntivi.

Gli studenti che preparano una relazione di seminario sono invitati ad avvalersi della guida del docente; testi, bibliografia, apparati critici utili all'esposizione e alla discussione in aula potranno essere presentati in un handout, che la docente metterà a disposizione nel Materiale didattico prima di ogni seminario.

Students are warmly invited to contribute to the course through a seminar. Its topic will be discussed with the professor.

At least two days before presenting the paper, the student must send his written report via email to the teacher; it must be at least 6000 characters long, spaces excluded.

For the comment (philological, linguistic and above all content), the student can use the texts present in the online material and the bibliography published on the course page or even additional texts.

Students preparing a seminar report are invited to use the teacher's guide; texts, bibliography, critical apparatus useful for presentation and discussion in the classroom can be presented in a handout, which the teacher will make available in the teaching material before each seminar.

Oggetto:

Programma

Il mantello della parola. Retorica, persuasione e argomentazione nell'antichità latina con un'appendice contemporanea.

Il corso aspira a chiarire gli elementi principali dell'argomentazione retorica dall'età repubblicana a quella imperiale, inserendo l'esame di testi di Aristotele, Cicerone, Auctor ad Herennium, Quintiliano e altri autori all'interno di un'intelaiatura interpretativa che intende spiegare quali siano i principali strumenti persuasivi applicati nel mondo romano. Il corso intende anche mostrare come questi strumenti siano impiegati - e impiegabili - ancora oggi con riferimenti all'oratoria contemporanea (M.L. King, B. Obama, D. Trump), che saranno oggetto di seminari specifici.

Gli studenti del Corso di laurea in Filologia, letterature e storia dell'antichità, e altri studenti eventualmente interessati, presenteranno nella seconda parte del corso una relazione seminariale, orale e scritta.

L'esame, orale, verterà su:

PROGRAMMA PER COLORO CHE FREQUENTANO E REDIGONO UNA RELAZIONE DI SEMINARIO

1. gli argomenti delle lezioni con lettura, traduzione e commento dei testi discussi in aula. L’elenco preciso sarà reso noto a lezione e comprenderà testi di Aristotele (in greco per gli studenti di classiche, in traduzione per gli altri), Rhetorica 1355b, 25-1358a 35, Cicerone, De inventione 1, 1-3; De oratore 1, 16-203, 213-217, Topica 1-22; In Catilinam 1; Auctor ad Herennium 1, Quintiliano 10, 11, 12, Rhetores Latini Minores, Ausonio, Gratiarum actio. Il docente allestirà una dispensa in .pdf.

2. I seguenti saggi:

- L. Pernot, La retorica dei Greci e dei Romani, Palermo, Palumbo, 2006.

- Altri 2 saggi da scegliere nella lista indicata nella Bibliografia

3. La lettura e la traduzione di Cicerone, Pro Caelio e di Virgilio, Eneide, libro IV, che sostituiscono la storia della letteratura nel caso che essa sia stata portata come parte di esame triennale. In caso contrario, si dovrà sostenere un modulo di storia della letteratura, da preparare su: G. GARBARINO, L. PASQUARIELLO, Vivamus. Volume unico,  Torino, Paravia, 2016 o volume equivalente di scuola superiore dotato di antologia. In questo caso, il volume dovrà essere sottoposto all'approvazione del docente. Per la parte tardoantica si invita a integrare con F. GASTI, Profilo storico della letteratura tardolatina, reperibile online a http://archivio.paviauniversitypress.it/didattica/gasti_lett-tardolatina-2013/gasti_profilo_2013.pdf

Gli autori su cui concentrare prevalentemente ma non esaustivamente l'attenzione sono:

I) dalle origini all'età di Augusto (prima prova nel settore): Livio Andronico, Nevio, Plauto, Ennio, Catone, Terenzio, Lucilio, Lucrezio, Catullo, Cicerone, Cesare, Cornelio Nepote, Sallustio, Varrone, Virgilio, Orazio, Tibullo, Properzio, Ovidio, Livio;

II) età imperiale (seconda prova): Seneca padre, Fedro, Curzio Rufo, Seneca, Lucano, Persio, Petronio, Stazio, Marziale, Quintiliano, Plinio il Vecchio, Giovenale, Plinio il Giovane, Svetonio, Tacito, Apuleio, Ausonio, Ammiano Marcellino, Claudiano, Macrobio.

4. Esposizione e discussione della relazione di seminario

PROGRAMMA PER COLORO CHE FREQUENTANO MA NON REDIGONO UNA RELAZIONE DI SEMINARIO

4bis. Restano validi i punti 1, 2, 3. Chi per qualche motivo non volesse svolgere la relazione di seminario concorderà con il docente la lettura di due ulteriori articoli o di due capitoli di libro, tra quelli indicati in Bibliografia

PROGRAMMA PER COLORO CHE NON FREQUENTANO

4 ter. Restano validi i punti 1, 2, 3, 4bis. In aggiunta i non frequentanti porteranno altri due saggi scelti all'interno della bibliografia, la Oratio prima in Catilinam e le Bucoliche 2, 8, 10.

The cloak of the word. Rhetoric, persuasion and argumentation in Latin antiquity with an appendix on contemporary oratory. Readings from Aristotle, Cicero, Auctor ad Herennium, Quintilian, Rhetores Latini Minores and Ausonius, with seminars on contemporary oratory of M. L. King, B. Obama and D. Trump.

The students of the Course in Philology, Literature and History of Antiquity, and other students who may be interested, will prepare a seminar paper, with oral and written report, in the second part of the course.

 

The oral exam will focus on:

 

PROGRAM FOR THOSE WHO ATTEND THE COURSE AND PREPARE A SEMINAR PAPER

 

  1. The topics of the lectures, with reading, translation anc commentary of the discussed texts. The list will be illustrated to the attending students and will include the following texts: Aristotle (in Greek for classics students, in translation for others), Rhetorica 1355b, 25-1358a 35, Cicero, De inventione 1, 1-3; De oratore 1, 16-20 and 3, 213-217, Topica 1-22; In Catilinam 1; Auctor ad Herennium 1, Quintilian 10, 11, 12, Rhetores Latini Minores, Ausonius, Gratiarum actio. Prof. Balbo will prepare a dossier in .pdf.

 

  1. The following essays:

 

- L. Pernot, La retorica dei Greci e dei Romani, Palermo, Palumbo, 2006.

 

- 2 other essays from in the list indicated in the Bibliography

 

  1. The reading and translation of Cicero, Pro Caelio and Virgil, Aeneis, book IV, which replace the history of literature if it has been part of a previous program. Otherwise, students will study a part of history of Roman literature on: G. GARBARINO, L. PASQUARIELLO, Vivamus, Turin, Paravia, 2016 or equivalent high school volume with anthology. In this case, the volume must be checked by the teacher. For the late antiquity part, we invite you to integrate with F. GASTI, Profilo storico della letteratura tardolatina, available online at http:// archive.paviauniversitypress.it/didattica/gasti_lett-tardolatina-2013/gasti_profilo_2013.pdf

 

The authors on which to focus mainly but not exhaustively the attention are:

 

  1. I) from the origins to the age of Augustus (if the student has not studied anything of Roman literature): Livius Andronicus, Nevius, Plautus, Ennius, Cato, Terence, Lucilius, Lucretius, Catullus, Cicero, Caesar, Cornelius Nepos, Sallust, Varro, Virgil, Horace, Tibullus, Propertius, Ovid, Livy;

 

  1. II) imperial age (if the student has already studied the first part of Roman literature): Seneca the Elder, Phaedrus, Curtius Rufus, Seneca the Younger, Lucan, Persius, Petronius, Statius, Martial, Quintilian, Pliny the Elder, Juvenal, Pliny the Younger, Suetonius, Tacitus, Apuleius, Ausonius, Ammianus Marcellinus, Claudianus, Macrobius.

 

  1. Presentation and discussion of the seminar paper

 

PROGRAM FOR THOSE WHO ATTEND THE COURSE AND DO NOT PREPARE A SEMINAR PAPER

 

4a. Points 1, 2, 3 remain valid. Those who for some reason do not want to prepare the seminar report will choose with the teacher two further articles or two book chapters, among those indicated in the Bibliography

 

PROGRAM FOR THOSE WHO DO NOT ATTEND THE COURSE

 

4b. Points 1, 2, 3, 4bis remain valid. In addition, non-attending students will read two other essays chosen from the bibliography, the Oratio prima in Catilinam and Eclogues 2, 8, 10.

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

I testi oggetto del corso, in edizione critica, saranno messi a disposizione nel “Materiale didattico” sotto forma di dispensa

Aristotelis Ars rhetorica. Recognovit brevique adnotatione critica instruxit W. D. Ross, Oxonii, e typographeo Clarendoniano, 1959

Cornifici Rhetorica ad C. Herennium. Introduzione, testo critico, commento a cura di Gualtiero Calboli, Bologna, R. Patron, 1969

M. Tullii Ciceronis De oratore. Edidit Kazimierz F. Kumaniecki, Leipzig , B. G. Teubner, 1969

M. Fabi Quintiliani Institutionis oratoriae libri duodecimRecognovit brevique adnotatione critica instruxit M. Winterbottom, Oxonii, e Typographeo Clarendoniano, 1970.

Marcus Tullius Cicero, Topica. Ed. with transl., introd. and commentary by Tobias Reinhardt, Oxford, Clarendon Press, 2003. 

Rhetores Latini Minores emend. K. Halm, Lipsiae 1863.

The Works of Ausonius. Edited with translation and commentary by R.P.H. Green, Oxford, Clarendon Press, 1991.

–––––––––––––––––––––––––Edizione con traduzione italiana a fronte: 

Aristotele, Retorica, a cura di Silvia Gastaldi, Roma, Carocci, 2014.

Retorica e Poetica di Aristotele, a cura di Marcello Zanatta, Torino, Unione tipografico-editrice torinese, 2004

[Cicerone], La retorica a Gaio Erennio, a cura di Filippo Cancelli, Milano, A. Mondadori, 1998

Marco Tullio Cicerone, Dell'oratore; con un saggio introduttivo di Emanuele Narducci, Milano, Biblioteca universale Rizzoli, 1994

Quintiliano, Institutio oratoria. Edizione con testo a fronte a cura di Adriano Pennacini, Torino , G. Einaudi, 2001.

Ausonio, Opere, a cura di A. Pastorino, Torino, UTET, 1971.

--------------------------------------------------------------------------------------------------

Saggi eleggibili

A. Balbo, Traces of actio in the fragmentary Roman orators, in C. Gray, A Balbo, R. Marshall, C. Steel (eds.), Reading Republican Oratory: Reconstructions, Contexts, Receptions, Oxford, Oxford University Press, 2018, 227-246.

Id., Profili argomentativi del discorso di Catilina in Sall. Cat. 20-22, «Philologia Antiqua». 11, 2018, 9-24.

Id., Roman Oratory and Power under the Flavians: some case studies from Pliny the Younger in F. Bessone, M. Fucecchi (eds.), The literary genres in the age of Flavians. Canons, Trasformations, Receptions, Atti del convegno internazionale di Torino 18-19 settembre 2013, Berlin - New York, De Gruyter, 2018, 83-100.

Id., Ausonio oratore: tecniche argomentative e prassi retorica nella gratiarum actio, in E. Wolff (ed.), Ausone en 2015 : bilan et nouvelles perspectives, «Collection des Études Augustiniennes – Antiquité 204», Paris, Institut d’Études Augustiniennes, 2018, ISBN : 978-2-85121-294-8, ISSN : 1158-7032, 159-182.

Id., “Classici” nell’oratoria tardoantica: riflessioni sul ruolo dei riferimenti letterari nella gratiarum actio di Ausonio, Atti del Convegno internazionale (IX romeno-italiano) Ideologia del potere – potere dell’ideologia: forme di espressione letteraria, storiografica e artistica nell’antichità e nel Medioevo (Università Alexandru Ioan Cuza - Iasi, Romania), «Classica et Christiana» 10/1, 2015, 15-32. ISSN: 1842 – 3043

Id., Late Antique Non-Christian Roman Oratory: Reflections and Perspectives with Particular Attention to Fragmentary Speeches, «Horizons. Seoul Journal of Humanities» 6.1. 2013, 43-71, ISSN 2093-5943

Id., Old Delivery and Modern Demagogy. How Ancient Oratorical Style and Delivery can Help us to Understand Modern Populist Speakers, «Informal Logic» 39, 4, 2019, 329-345. [disponibile online]

L. Calboli Montefusco, Enthymemes, maxims, metaphors: the persuasive power of brevity in Aristotle's «Rhetoric», in Ead. (ed.), Papers on Rhetoric 8, Roma 2004, 39-54.

A. Pennacini, Discorsi eloquenti da Ulisse a Obama e oltre con una giunta fino a papa Francesco Alessandria, Dell’Orso, 2015 (analisi di almeno 3 discorsi a scelta, di cui 1 greco, q latino e 1 moderno) [questa scelta equivale a 1 saggio]

A.A. Raschieri, Quintiliano vs. Cicerone: per una definizione della retorica in Quint. Inst. II 15, Sileno 43.1-2 (2017) 301-321

Per le integrazioni individuali agli argomenti delle lezioni (ripasso e approfondimento di argomenti di sintassi; elementi di prosodia e metrica, con lettura dell'esametro) si consigliano i seguenti testi:

A. Traina, G. Bernardi Perini, Propedeutica al latino universitario, sesta edizione riveduta e aggiornata a cura di C. Marangoni, Bologna, Pàtron, 19986, capitoli I-VII;

A. Traina, T. Bertotti, Sintassi normativa della lingua latina, Bologna, Cappelli, 1965 e successive edizioni (attualmente fuori commercio), oppure: G.B. Conte, R. Ferri, Corso di latino. Lingua e civiltà, vol. 1: Grammatica, Firenze, Le Monnier, 2005, oppure il proprio manuale di scuola superiore;

S. Boldrini, Fondamenti di prosodia e metrica latina, Roma, Carocci, 2004, oppure: S. Boldrini, La prosodia e la metrica dei Romani, Roma, La Nuova Italia Scientifica, 1992. 

Aristotelis Ars rhetorica. Recognovit brevique adnotatione critica instruxit W. D. Ross, Oxonii, e typographeo Clarendoniano, 1959

Cornifici Rhetorica ad C. Herennium. Introduzione, testo critico, commento a cura di Gualtiero Calboli, Bologna, R. Patron, 1969

M. Tullii Ciceronis De oratore. Edidit Kazimierz F. Kumaniecki, Leipzig , B. G. Teubner, 1969

Q. Fabi Quintiliani Institutionis oratoriae libri duodecim. Recognovit brevique adnotatione critica instruxit M. Winterbottom, Oxonii, e Typographeo Clarendoniano, 1970.

Cicero, De oratore. A commentary on book 3., 96-230, by Jacob Wisse, Michael Winterbottom, Elaine Fantham, Heidelberg, Universitätsverlag Winter, 2008.

Marcus Tullius Cicero, Topica. Ed. with transl., introd. and commentary by Tobias Reinhardt, Oxford, Clarendon Press, 2003. 

Rhetores Latini Minores emend. K. Halm, Lipsiae 1863.

The Works of Ausonius. Edited with translation and commentary by R.P.H. Green, Oxford, Clarendon Press, 1991.

Italian translations for personal study 

Aristotele, Retorica, a cura di Silvia Gastaldi, Roma, Carocci, 2014.

Retorica e Poetica di Aristotele, a cura di Marcello Zanatta, Torino, Unione tipografico-editrice torinese, 2004

[Cicerone], La retorica a Gaio Erennio, a cura di Filippo Cancelli, Milano, A. Mondadori, 1998

Marco Tullio Cicerone, Dell'oratore; con un saggio introduttivo di Emanuele Narducci, Milano, Biblioteca universale Rizzoli, 1994

Quintiliano, Institutio oratoria. Edizione con testo a fronte a cura di Adriano Pennacini, Torino , G. Einaudi, 2001.

Ausonio, Opere, a cura di A. Pastorino, Torino, UTET, 1971.

Other bibliogrpahy

A. Balbo, Traces of actio in the fragmentary Roman orators, in C. Gray, A Balbo, R. Marshall, C. Steel (eds.), Reading Republican Oratory: Reconstructions, Contexts, Receptions, Oxford, Oxford University Press, 2018, 227-246.

Id., Profili argomentativi del discorso di Catilina in Sall. Cat. 20-22, «Philologia Antiqua». 11, 2018, 9-24.

Id., Roman Oratory and Power under the Flavians: some case studies from Pliny the Younger in F. Bessone, M. Fucecchi (eds.), The literary genres in the age of Flavians. Canons, Trasformations, Receptions, Atti del convegno internazionale di Torino 18-19 settembre 2013, Berlin - New York, De Gruyter, 2018, 83-100.

Id., Ausonio oratore: tecniche argomentative e prassi retorica nella gratiarum actio, in E. Wolff (ed.), Ausone en 2015 : bilan et nouvelles perspectives, «Collection des Études Augustiniennes – Antiquité 204», Paris, Institut d’Études Augustiniennes, 2018, ISBN : 978-2-85121-294-8, ISSN : 1158-7032, 159-182.

Id., “Classici” nell’oratoria tardoantica: riflessioni sul ruolo dei riferimenti letterari nella gratiarum actio di Ausonio, Atti del Convegno internazionale (IX romeno-italiano) Ideologia del potere – potere dell’ideologia: forme di espressione letteraria, storiografica e artistica nell’antichità e nel Medioevo (Università Alexandru Ioan Cuza - Iasi, Romania), «Classica et Christiana» 10/1, 2015, 15-32. ISSN: 1842 – 3043

Id., Late Antique Non-Christian Roman Oratory: Reflections and Perspectives with Particular Attention to Fragmentary Speeches, «Horizons. Seoul Journal of Humanities» 6.1. 2013, 43-71, ISSN 2093-5943

Id., Old Delivery and Modern Demagogy. How Ancient Oratorical Style and Delivery can Help us to Understand Modern Populist Speakers, «Informal Logic» 39, 4, 2019, 329-345. [available online]

A. Pennacini, Discorsi eloquenti da Ulisse a Obama e oltre con una giunta fino a papa Francesco, Alessandria, Dell’Orso, 2015 (analysis of at leat 3 speeches, 1 Greek, 1 Latin and 1 modern) [this choice is equivalent to a single paper]

For individual additions to the contents of the course (review of Latin syntax; elements of prosody and metric) we recommend the following texts

A. Traina, G. Bernardi Perini, Propedeutica al latino universitario, sesta edizione riveduta e aggiornata a cura di C. Marangoni, Bologna, Pàtron, 19986, capitoli I-VII;

A. Traina, T. Bertotti, Sintassi normativa della lingua latina, Bologna, Cappelli, 1965 and later editions, oppure: G.B. Conte, R. Ferri, Corso di latino. Lingua e civiltà, vol. 1: Grammatica, Firenze, Le Monnier, 2005;

S. Boldrini, Fondamenti di prosodia e metrica latina, Roma, Carocci, 2004, oppure: S. Boldrini, La prosodia e la metrica dei Romani, Roma, La Nuova Italia Scientifica, 1992. 



Oggetto:

Note

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 10/10/2020 14:46