Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community

Profili professionali

Il laureato magistrale può svolgere i seguenti ruoli professionali e relative funzioni negli ambiti occupazionali indicati:

Revisori di testi

funzione in un contesto di lavoro:

Il laureato in Filologia, letterature e storia dell'antichità è in grado di interpretare, produrre o preparare per la stampa testi di varia natura, corrispondendo con competenza e flessibilità alle esigenze di aziende, enti amministrativi, case editrici, redazioni, uffici stampa. L'eventuale attività di tirocinio presso tali strutture consente un primo avvicinamento a questo tipo di attività lavorativa.

competenze associate alla funzione:

Il laureato, solidamente formato nelle metodologie filologiche e storiche, è in grado di affrontare l'analisi scientifica di testi letterari e documentari che vanno dall'antichità all'epoca contemporanea. Riesce altresì, con la sua competenza nell'analisi dei testi, a padroneggiare le strategie di comunicazione e a individuare i metodi più adatti per divulgare i risultati di ricerche specifiche.

sbocchi occupazionali:

Addetto ufficio stampa; segretario di redazione; revisore di testi; assistente di archivio e di biblioteca; addetto alla mediazione culturale nell'amministrazione pubblica.

Ricercatori e tecnici laureati nelle scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche

funzione in un contesto di lavoro:

Il laureato in Filologia, letterature e storia dell'antichità è in grado di affrontare un lavoro di ricerca avanzata nei campi filologico-letterario e storico-artistico, associando al rigore metodologico e alle conoscenze specifiche dell'ambito di ricerca, la capacità di individuare nuove prospettive di ricerca e di valutarne le possibili ricadute culturale, come si richiede da enti di ricerca di livello universitario e post-universitario.

competenze associate alla funzione:

Il laureato possiede un approfondito bagaglio di conoscenze nell'ambito della storia, della letteratura, della cultura e delle lingua con particolare focalizzazzione sull'ambito antico, ma con competenze che si estendono fino alla contemporaneità, accompagnato da una approfondita institutio di carattere metodologico di tipo storico filologico che lo rende in grado di affrontare con successo le prove di accesso ai ruoli universitari e presso gli altri centri di ricerca ed in seguito condurre ricerche rigorose e approfondite, individuando nel contempo i metodi più adatti per divulgare efficacemente i risultati della ricerca.

sbocchi occupazionali:

Ricercatore universitario o presso enti di ricerca pubblici e privati negli ambiti delle scienze dell'antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche. Funzionario e dirigente specializzato nella tutela, promozione e valorizzazione del patrimonio storico e culturale.

Professori di scienze letterarie, artistiche, storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche nella scuola secondaria superiore

funzione in un contesto di lavoro:

Il laureato in Filologia, letterature e storia dell'antichità, previa l'acquisizione dei crediti richiesti per l'accesso alle differenti classi di concorso, è in grado di affrontare l'insegnamento negli ambiti delle scienze letterarie, artistiche, storiche, filosofiche, non solo di area strettamente antichistica, associando alle conoscenze specifiche dell'ambito di ricerca, la capacità di illustrare e quindi insegnare efficacemente tali discipline.

competenze associate alla funzione:

Il laureato possiede un solido bagaglio di conoscenze linguistiche, storiche e letterarie, che coprono un arco di tempo che va dall'antichità alla contemporaneità, che lo rende in grado di affrontare efficacemente le prove di accesso al ruolo di docente presso la scuola secondaria superiore. A tale bagaglio di conoscenze si affiancano competenze di ambito metodologico e didattico lo rendono in grado di trasmettere nel modo più efficace e rigoroso queste conoscenze.

sbocchi occupazionali:

I laureati che avranno crediti in numero sufficiente in opportuni gruppi di settori potranno come previsto dalla legislazione vigente partecipare alle prove di ammissione per i percorsi di formazione per l'insegnamento secondario.

Professori di discipline umanistiche nella scuola secondaria

funzione in un contesto di lavoro:

Il laureato in Filologia, letterature e storia dell'antichità, previa l'acquisizione dei crediti richiesti per l'accesso alle differenti classi di concorso, è in grado di affrontare l'insegnamento presso la scuola secondaria di primo grado in ambito storico-letterario, associando alle conoscenze specifiche dell'ambito di ricerca, la capacità di illustrare e quindi insegnare efficacemente tali discipline.

competenze associate alla funzione:

Il laureato affianca al solido bagaglio di conoscenze linguistiche, storiche e letterarie, competenze di ambito metodologico, comunicativo e didattico che lo rendono capace di mediare e divulgare le conoscenze complesse in modo da trasmetterle nel modo più efficace e rigoroso in relazione all'età dei discenti.

sbocchi occupazionali:

I laureati che avranno crediti in numero sufficiente in opportuni gruppi di settori potranno come previsto dalla legislazione vigente partecipare alle prove di ammissione per i percorsi di formazione per l'insegnamento secondario

Per informazioni costantemente aggiornate si rimanda al sito internet del Tfa Piemonte.

Ultimo aggiornamento: 24/05/2019 11:33
Location: https://filologia.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!