Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

STORIA DEI PAESI ISLAMICI (LAUREA MAGISTRALE)

Oggetto:

Anno accademico 2012/2013

Codice dell'attività didattica
LET0223
Docente
Farian Sabahi (Titolare del corso)
Corso di studi
controllare nei Piani carriera a quali Corsi di studio è offerto l'insegnamento, a seconda della coorte di riferimento
Anno
1° anno 2° anno
Periodo didattico
Secondo semestre - prima parte
Tipologia
Per tutti gli ambiti
Crediti/Valenza
6
SSD dell'attività didattica
L-OR/10 - storia dei paesi islamici
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Orale
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

Conoscere la storia dell'Iran da fine Ottocento ai giorni nostri, legandola al resto del Medio Oriente e utilizzando la Storia per comprendere il presente.

 

Oggetto:

Programma

Il corso verterà principalmente sull'Iran da fine Ottocento ai giorni nostri. Particolare rilevanza sarà data alle questioni di genere nella letteratura e nella cinematografia iraniana. 

 

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

 

Manuale per il corso:

F. Sabahi, "Storia dell'Iran 1890-2008" (Bruno Mondadori 2009)

 

Altre letture obbligatorie:

F. Sabahi, "Un'estate a Teheran" (Laterza 2007);
Anna Vanzan, "Figlie di Shahrazad (Bruno Mondadori 2009).

Jolanda Guardi e Anna Vanzan, “Che genere di islam. Omosessuali, queer e transessuali tra sharia e nuove interpretazioni” (Ediesse, 2012)

 

Per ulteriori approfondimenti (facoltativi) consultare la nota bibliografica in calce a “Storia dell'Iran” e in particolare i seguenti volumi: 
• Shahrnush Parsipur, Donne senza uomini, Aiep, 2009 (è il breve romanzo da cui è tratto il film con cui l’artista Shirin Neshat ha vinto il Leone d’argento a Venezia nel settembre 2009, traduzione e prefazione di Anna Vanzan)
• Anna Vanzan, Gli sciiti, Il Mulino, 2008 (un breve saggio per approfondire le differenze tra sunniti e sciiti)

• Hamid Ziarati, Salam maman, Einaudi, 2007 (è il racconto autobiografico della rivoluzione, l’autore vive a Torino)
• Natalia Tornesello, Il cinema persiano, Jouvence, 2003 (non è aggiornato alla cinematografia recente ma serve come base, in aula sarà distribuito ulteriore materiale)
• Marsha Mehran, Caffè Babilonia (2005) e Pane e acqua di rose (2009), Neri Pozza (due romanzi per comprendere l’importanza del cibo nella diaspora e nel mantenere la propria identità culturale)
• Azadeh Moaveni, Viaggio di nozze a Teheran, Newton Compton, 2009 (è un reportage della giornalista del Time)
• Kasra Naji, Ahmadinejad. La storia segreta del leader fondamentalista iraniano, Edizioni clandestine, 2009 (è la biografia non autorizzata del presidente iraniano).

 



Oggetto:

Note

 La frequenza è vivamente consigliata, in modo da poter incontrare gli ospiti che interverranno al corso con le loro testimonianze, e per vedere i video e i film che saranno proiettati. 

 

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 08/04/2014 12:10
Location: https://filologia.campusnet.unito.it/robots.html
Non cliccare qui!